la ragazza aggrerssiva

Nel millenovecentosessantotto, o giu’ di li’, le donne si inventarono un nuovo modo di relazionarsi al maschio e, lo chiamarono Femminismo.
Ora, tolto che questo movimento ha portato molti ventaggi all’uomo, come
la possibilita’ di non lavorare e fare il casalingo o, la presenza nei luoghi di lavoro di molte donne generalmente in posizioni non strategiche di gestioni, quindi volenti o nolenti inferiori, o anche, il risparmio dell’offerta delle cene al ristorante, questo movimento ha creato molti sgradevoli effetti collaterali.
Senza citare tutte le scocciature matrimoniali, per cui ormai sposarsi equivale a stipulare una assicurazione che non rimborsera’ mai niente, uno dei piu’ controversi effetti e’ che le donne sono diventate molto piu’ aggressive con gli uomini.
Non stupitevi quindi se una donna vi chiede di uscire con lei, non stupitevi se una donna vi proporra’ di andare a cena fuori e poi vorra’ pagare (ma non ci riuscira’, e che cavolo, un minimo didignita’ conservatela) infine non stupitevi se alla fine della serata sara’ lei ad accompagnarvi a casa e non il contrario, magari siete usciti con la sua macchina.

Stupitevi quindi se, sulla strada di casa la ragazza risultera’ carina, la cosa piu’ probabile infatti, e’ che, arrivati sotto casa vostra vi accorgiate che la donna con cui siete usciti e’ un mostro.
Perche’ stupirsi del fatto che la ragazza possa essere carina?
E’ semplice, se la ragazza era carina l’avreste notata e, probabilmente avreste fatto voi la prima mossa. Viceversa e’ plausibile che, siccome siamo uomini e, siccome non siamo abituati a lasciare l’iniziativa nelle mani dell’avversario, ci siamo crogiolati con il famoso detto secondo cui “ogni lasciata e’ persa”, e siccome lei si era proposta perche’ lasciarla?
Cosi’ siamo usciti, oppure abbiamo accettato di farci accompagnare a casa ma, nel tragitto ci siamo resi conto che il prodotto pubblicizzato non corrispondeva alle nostre esigenze di consumatori.
Il tempo per pensare si sta’ riducendo, cosi’ come la strada che ci separa da casa nostra.
Che fare? L’inevitabile sta’ per arrivare ed e’ bene, in questi casi avere una strategia pronta.
Arrivati sotto casa nostra esistono quattro diverse situazioni tipo cui possiamo trovarci di fronte che, qui di seguito saranno descritte con le piu’ utilizzate e sperimentate contromosse.

Macchina accesa 1

Questo caso e’ il piu’ facile da gestire, arrivati sotto casa la ragazza accostera’ in seconda fila lasciando inl motore acceso, semplicemente si voltera’ verso di voi, cercando di capire dal nostro sguardo se ha qualche chance. Noi con gran classe ancor prima che la macchina si fermi completamente slacciamo la cintura di sicurezza e posizioniamo la mano destra sull’apertura dello sportello. Con gesto rilassato appena le ruote si sono fermate salutiamo, bacetto sulla guancia ammiccante (non si sa’ mai, oggi non ci va’ domani chissa’) e ciao ciao

Macchina accesa 2

La ragazza arrivata sotto casa vostra dirige celermente verso l’unico buco sul marciapiede, ancora non spegna il motore, ma implicitamente aspetta solo un segnale per farlo, cerca il vostro consenso.
Ebbene questo consenso non arrivera’ mai, la tecnica per liberarsi da questa situazione e’ uguale alla precedente, solo bisogna essere piu’ celeri nell’aprire lo sportello e scendere ovviamente, il bacetto e’ un grosso rischio in questo caso

Macchina spenta

Ok, lo abbiamo fato noi un sacco di volte, sappiamo esattamente cosa vuol dire. Ha spento la macchina. Non importa piu’ ormai se e’ parcheggiata in modo consono o sopra un passante nottambulo, ha spento il motore, il silenzio dei pistoni parla piu’ di qualunque frase. Se si e’ slacciata la cintura di sicurezza poi le cose sono ancora peggio.
Ora la cavalleria vuole che non si scenda di corsa salutando, e’ cafone e scortese, la vendetta sarebbe atroce. Agiamo allora su altri fattori. Tra le scuse piu’ gettonate oggi troviamo il sonno, mal di pancia (anche se noi le “nostre cose” in fondo non ce le abbiamo) o l’ubriachezza con conseguente cerchio alla testa, anche se abbiamo bevuto solo due bicchieri di perier euna lemonsoda. Lei comunque mangera’ la fogliama non fa niente, l’importante in questi casi e’ svicolare.

Formichiere gigante

Questa e’ in assoluto la situazione peggiore che ci possa capitare, a tutt’oggi esistono poche contromosse e, le poche implicano un elevato uso della violenza, si raccomanda quindi il pubblico sensibile di non proseguire nella lettura.
Arrivati sotto casa la donna “horribilis” spegne il motore e, con un unico gesto riesce a:
-Chiudere la chiusura centralizzata attivando anche la “sicurezza bambini” disattivandoquindi la vostra leva di apertura
-slacciarsi la cintura di sicurezza lasciando pero’ la mano sopra lo sblocco della vostra in modo da limitare i vostri movimenti
-effettuare una rapida torsione del busto facendo perno sul piede destro poggiato per sicurezza sul freno (non c’e’ infatti il tempo materiale di tirare quello a mano)
-ficcarvi un kilo e mezzo per 50 cm di linqua in gola.

Le contromosse sono poche e poco efficaci, ma sapendo un minimo di tecnica ce la potete fare, tutto si gioca nella frazione di secondo in cui lei cerca di bloccare la vostra cintura di sicurezza, con il braccio destro simulate di abbracciarla, le sue difese vacilleranno per un microsecondo, pensera’ che ci state, allora con gesto felino e, sapendo che avete questa unica possibilita’ rimuovete velocemente la sua mano dalla chiusurae contemporaneamente con la destra (quella che simulav l’abbraccio) andate a sbloccare la sicurezza bambini. E’ fatta, uscite e salutate come se niente fosse ma, non vi illudete, non e’ cosi’ facile!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

sei un geniooo hehehe

Anonimo ha detto...

speriamo di non ritrovarci in certe condizioni ahahah